VERBALE 16 DISSENBRE 2021

El Presidente verse l’Assenblea da Sitadea ałe ore 21.30.

Presenti: (8, votanti 8) Antonello, Lera, Lunardon, Moras A, Moras N, Palmerini, Salice, Tasinato

Assenti justificà: Busato, Giacon. Assenti injustificà: Ioverno.

Sospesi: Garbin, Lando, Rebellato.

L’Asenblea vota par l’aprovasion del o.d.j.

  1. Relassion del Cao del Governo (Palmerini)
  2. Proposta di legge sulle aggravanti di reato (Palmerini)
  3. Proposta di legge sull’iscrizione dei minori all’anagrafe (Moras A): “I minori di anni 18 che intendono iscriversi a una delle anagrafi nazionali possono farlo con il consenso di uno dei genitori. Il genitore dovrà compilare un apposito modulo di consenso, da allegare al modulo di iscrizione anagrafica del minore. I moduli sono disponibili sul sito istituzionale.”
  4. Proposta de legge sull’inasprimento delle pene ai funzionari pubblici (Antonello)
  5. Relassion sole nove tecnolojie monetarie critografade (criptovalute) e posibile inplementassion (Moras)
  6. Varie e eventuałi.

L’Asenblea vota l’ODG. Pro: 7 Contro: 0 No sinceri: 1 Aprovà.

1- El Cao del Governo relasiona so i svilupi de la situasion politica e sanitaria e sugli incontri previsti

L’Asenblea ciapa ato e bate le man.

2– Proposta di legge sulle aggravanti di reato (Palmerini)

“Sono aggravanti di un reato o di un illecito le seguenti condizioni:

– quando la condotta viene ripetuta

– quando la condotta viene tenuta in cooperazione con altri in accordo tacito o esplicito

– quando la condotta soggettiva mira a mantenere o rafforzare il proprio ruolo istituzionale (o di autorità di fatto) o di ottenerne ulteriore vantaggio

– quando la condotta soggettiva mira a indebolire il ruolo delle Istituzioni (o dell’autorità esercitata di fatto) o di ottenerne un illecito vantaggio

– quando la condotta viene accompagnata con la diffusione di informazioni o notizie che generano allarme in terzi, proporzionalmente alla gravità e alla diffusione delle stesse

– quando la condotta viene rafforzata con atti od omissioni di atti che inducono una emergenza negli ambiti della comunicazione giornalistica, nell’ordine pubblico, nell’ambito sanitario, nella vita scolastica e di socializzazione o quando interferisce con la normale vita familiare altrui

– quando per far fronte alle conseguenze del reato un’autorità viene indotta ad emanare direttive atte ad allocare risorse pubbliche, siano essi mezzi o persone, indipendentemente dalla dichiarazione legale di emergenza

– quando il reato viene accompagnato da corruzione, concussione o promesse date o ricevute di vantaggi anche futuri o incarichi anche privi di riscontri economici immediati

– quando si produca la morte di persone o animali secondo giurisprudenza

– quando si produca la distruzione di risorse produttive o sociali

– quando si produca l’odio fra distinti gruppi etnici, politici, religiosi o di altro tipo

– quando si induca all’assunzione di sostanze legali od illegali senza il consenso informato dei rischi

– quando il fatto è compiuto a danno di minori o persone che non possono dare il consenso

– quando paventando un pericolo si induca un altro a comportamenti potenzialmente autolesivi siano essi fisici che economici o sociali

Chiunque con la propria condotta e in virtù del proprio ruolo istituzionale induce altri a commettere abusi d’ufficio risponde penalmente e civilmente delle conseguenze causate dall’agente indotto, le conseguenze civili sui vantaggi economici ottenuti si trasmettono ai patrimoni ereditati.

La ripetizione di reati commessi con dolo o con l’inganno viene aumentata se il fatto è ripetuto una sola volta, e proporzionalmente aumentata per ciascuna ripetizione.

Il tentativo di occultare i reati commessi all’autorità procedente raddoppia la sanzione prevista.

La commissione di un reato per occultarne un altro triplica la pena.

L’aiuto dato alle indagini al fine di assicurare alla giustizia i propri complici comporta benefici proporzionali fino alla libertà sulla parola.

Salvo diverso caso, un testimone non può essere costretto a testimoniare a danno dei congiunti.

La falsa testimonianza e la fabbricazione di prove false in un processo è punita con il carcere secondo gravità.

Il teste che collabori alla giustizia e che si trovi costretto a testimoniare contro sé stesso può chiedere un accordo di proporzionale riduzione della pena fino all’annullamento, ma il fatto viene riportato negli archivi. La falsificazione di risultati di un test di laboratorio o di un accertamento diagnostico o di un riscontro diagnostico è sanzionata 3 anni di carcere.

L’attribuzione ufficiale di una morte ad una causa diversa da quella accertabile è sanzionata con 3 anni di carcere.

Quando le testimonianze dei congiunti di un defunto ridiscutono la versione ufficiale di prima istanza, essi su richiesta vengono immediatamente sentiti da un giudice.

Quando il giudice stabilisca che è necessaria una testimonianza finalizzata a sventare il compimento di un altro crimine, e quando abbia il fondato convincimento che ci sia il pericolo di fuga o di danno irreparabile, il teste può essere messo in custodia fino a quando non sia ulteriormente necessario ma non oltre i 90 giorni.

L’arrestato in misura cautelare ha diritto all’audizione personale e riservata dell’autorità di vigilanza competente sulle carcerazioni o del Presidente del Tribunale, il giudice che ha emesso il provvedimento non ne viene informato.

Qualora un giudice ordini più volte le misure cautelari per lo stesso soggetto o quando ne faccia un presumibile uso eccessivo, la sua condotta deve essere valutata dall’organismo di vigilanza.

Risponde penalmente e civilmente chiunque con la propria condotta porti ad altrui ingiusta detenzione; la pena è aggravata se la condotta viene facilitata dal proprio ruolo istituzionale e raddoppiata se si tratta di un magistrato; la pena viene progressivamente attenuata se il fatto è scusabile.

L’esercizio di fatto di un’autorità non rende legittimi gli atti posti in essere ma ai reati posti in essere si applicano le aggravanti previste per l’equivalente ruolo istituzionale.”

L’Asenblea vota. Pro: 7 Contro: 0 No sinceri: 1 Aprovà.

3 – Proposta di legge sull’iscrizione dei minori all’anagrafe (Moras A):

“I genitori o tutori possono iscrivere i minori a una delle anagrafi nazionali firmando l’apposito consenso, allegato al modulo di iscrizione anagrafica del minore. I moduli sono disponibili sul sito istituzionale. Vengono attivate le procedure di iscrizione elettronica sul sito istituzionale.”

L’Asenblea vota. Pro: 7 Contro: 0 No sinceri: 1 Aprovà.

4-Proposta de legge sull’inasprimento delle pene ai funzionari pubblici (Antonello). Antonello ritira la proposta perché compresa nella discussione del precedente punto 2.

5– Moras A. relasiona sole nove tecnolojie monetarie critografade (criptovalute) e posibile inplementassion.

L’Asenblea discute e rinvià ala prossima riunone su proposta del Presidente.

L’Asenblea vota per il rinvio. Pro: 8 Contro: 0 No sinceri: 0 Aprovà.

El Presidente sara l’Asenblea ałe ore 23.45.

El verbałe sarà disponibiłe pała votassion da parte dei menbri assenti justificài par 72 ore (3 dì) da la ricession.

Presidente del’Asenblea

Andrea Lunardon

Lexe 9 dissenbre 2021

1 – chi che in virtù del proprio ruolo inpone, forsa o sostien el uso de la mascherina sanitaria, del distansiamento sociale o comunque obliga le persone a tratamenti sanitari contro la propria volontà xe punìo co minimo 1 ano de galera fin a la pena massima, secondo jurisprudensa.

2- L’Asenblea ga da riunirse minimo ogni 90 dì. Se el Presidente no convoca l’Asenblea entro el limite ga da farlo el menbro più ansian in ruolo.

Verbale 9 dissenbre 2021

Asenblea del Popoło Veneto

http://www.statoveneto.net/assemblea/

Verbałe 9 dissenbre 2021

El Presidente verse l’Assenblea da Sitadea ałe ore 21.15.

1Presenti: (7, votanti 5) Antonello, Lunardon, Moras A, Moras N, Palmerini, Salice, Tasinato

Assenti justificà: Busato, Giacon, Ioverno, Lera. Assenti injustificà: Nisun.

Sospesi: Garbin, Lando, Rebellato.

2– L’Asenblea vota par l’aprovasion del o.d.j.

  1. Relassion del Cao del Governo (Palmerini)
  2. Relassion so la racolta fondi (Moras)
  3. Presentasiòn nove tecnologie monetarie critografade (criptovalute) e posibile inplementasiòn (Moras)
  4. Proposta di provvedimento per cui “ogni persona che, facendosi forte di una autorità delegata da parte di poteri anche stranieri, imponga l’uso della mascherina e del distanziamento, possa essere punito per il solo fatto della ordinanza emessa, con 10 anni di carcere.” (Palmerini)
  5. Relassion dei Delegati ai Raporti coi Citadini (Salice)
  6. Relassion Comission par la Lese Eletorale (Lunardon)
  7. Relassion Comission pal Giuramento (Palmerini)
  8. Relassion Comission pala Causa Internassionale (Ioverno)
  9. Varie e eventuałi.

Palmerini propone de xontare el seguente punto 7: Periodicità del’Asenblea

L’Asenblea vota. Pro: 5 Contro: 0 No sinceri: 0 Aprovà.

L’Asenblea vota l’ODG. Pro: 5 Contro: 0 No sinceri: 0 Aprovà.

3- El Cao del Governo relasiona so i svilupi de la situasion politica e sanitaria.

L’Asenblea ciapa ato e bate le man.

4– Moras A. relasiona sola situasion de la racolta fondi.

L’Asenblea ciapa ato e bate le man.

5– L’Asenblea delega Moras a svilupare un documento de aprofondimento so le criptovalute e so la creassion de 4 conti in criptovalute del Governo del Lombardo-Veneto.

Pro: 5 Contro: 0 No sinceri: 0. Aprovà.

6– Palmerini propone che “chi che in virtù del proprio ruolo inpone, forsa o sostien el uso de la mascherina sanitara, el distansiamento sociale o comunque obliga le persone a tratamenti sanitari contro la propria volontà xe punìo co minimo 1 ano de galera fin a la pena massima, secondo jurisprudensa.

Pro: 4 Contro: 0 No sinceri: 1. Aprovà.

7– Periodicità del’Asenblea (Palmerini) L’Asenblea ga da riunirse minimo ogni 90 giorni. Se el Presidente no convoca l’Asenblea entro el limite ga da farlo el menbro pi ansian in ruolo.

Pro: 4 Contro: 0 No sinceri: 1. Aprovà.

8– Relassion dei Delegati ai Raporti coi Citadini (Salice)

El Presidente propone el rinvio.

L’Asenblea vota. Pro: 5 Contro: 0 No sinceri: 0. Aprovà.


9- Relassion Comission par la Lese Eletorale (Lunardon)

El Presidente propone el rinvio.

L’Asenblea vota. Pro: 5 Contro: 0 No sinceri: 0. Aprovà.

10- Relassion Comission pal Giuramento (Palmerini)

El Presidente propone el rinvio.

L’Asenblea vota. Pro: 5 Contro: 0 No sinceri: 0. Aprovà.

11- Relassion Comission pala Causa Internassionale (Ioverno)

El Presidente propone el rinvio.

L’Asenblea vota. Pro: 5 Contro: 0 No sinceri: 0. Aprovà.

El Presidente sara l’Asenblea ałe ore 23.00.

El verbałe sarà disponibiłe pała votassion da parte dei menbri assenti justificài par 72 ore (3 dì) da la ricession.

Presidente del’Asenblea

Andrea Lunardon