Regołamento del’Asenblea

In base ałe normative aprovade dal’Asenblea durante łe riunion dei dì: (2021) 9 dissenbre, (2015) 3 apr, (2014) 30 otobre, (2013) 17 febraro m.v., 4 novenbre, 8 otobre, 1 otobre, 19 setenbre, 2 setenbre, 29 agosto (2012) 30 xenaro m.v., (2011) 30 marso, (2010) 23 disenbre, 5 setenbre, (2009) 29 agosto , 27 jugno, 15 marso, (1999) 31 lujo.

In base ai Decreti aprovadi dal Governo i dì:

(2012) 5 luj, (2006) 4 oto, (2000) 27 luj,

Xe in vigore el seguente codese de lesi:

Regołamento del’Assenblea

 

Costitussion

Le Venetie xe un Stato Sovran e Indipendente, governà dal Governo del Popoło Veneto soto mandato del Popoło Veneto drio elession e rispeto dei Diriti Umani.

L’Assenblea xe l’Istitussion Parlamentare del Popolo Veneto titolare del podere lejislativo che insieme al Governo del Popolo Veneto e al Tribunale del Popolo Veneto costituisse le Istitussion de Autogoverno  (Self-Government) autodeterminade dai çitadini veneti.

L’Assenblea costituisse, insieme alle altre istituzioni e nel rispettivo ruolo, l’Istituzione di rappresentanza democratica eletta direttamente del Popolo Veneto.

L’Asenblea deta łe so regołe interne.

Elession

I çitadini del Popoło Veneto, overo iscriti al’Anagrafe de l’Autogoverno, co pi de 18 ani de età ga el dirito de candidarse e votare par l’elession dei menbri de l’Assenblea.

L’Assenblea xe fata de un numaro de menbri in proporsion de ła popołassion co łe regołe che stabiłirà l’Assenblea. L’Asenblea ga un massimo de 1000 membri eleti .

Le elession restarà verte e continuative fin a rivare a 1000 parlamentari.

Le richieste va presentade par telefono, fax, email, de persona, o par delega al Tribuna£e del Popo£o Veneto.

Co i novi menbri vien eleti i assume imediatamente la carica.

El sejo vien assegnà ai 1000 çitadini più votadi.

Nessun menbro pole aver jurà fedeltà a nessuna organisassion, relijion o Stato foresto.

I novi menbri eleti ga dirito de voto dala cuarta presensa consecutiva.

Ai Menbri de l’Assenblea ghe speta un conpenso de 10000 Dogadi al mese.

Ai altri dipendenti de l’Aministrassion Veneta ghe speta un conpenso de 4000 Dogadi al mese.

Anca in caso de acumulo de cariche el conpenso ga un teto masimo de 30000 Dogadi.

Cao Assenblea

El Cao del’Assenblea xe cueło che risulta più votà ne łe elession del’Assenblea.

Al Cao de l’Asenblea ghe speta un conpenso de 15000 Dogadi al mese.

El Cao del’Assenblea pole dessidare de sarare le riunin de l’Assenblea in ogni momento.

El Cao del’Assenblea ga potere de avertimento so ogni Membro e al terso avertimento el Membro vien espulso da la riunion.

Convocassion

L’Assenblea vien convocà dal Cao del’Asenblea e ga da riunirse minimo ogni 90 dì. Se el Presidente no convoca l’Asenblea entro el limite ga da farlo el menbro più ansian in ruolo.

L’Asenblea se riunise drio richiesta del Cao del (Auto)Governo.

L’Asenblea se riunise drio richiesta de almanco un decimo (1/10) dei menbri.

Le richieste par łe convocasion de Asenblea xe pexentàe al Cao de l’Asenblea che ciama i menbri entro i termini de łe richieste.

La sede dele riunion del’Assenblea vien stabilido de volta in volta dal Cao del’Asenblea e comunicà nela convocassion.

El Cao del’Assenblea parecia el Ordine del Giorno e lo comunica ai Menbri nela convocassion.

Regolamento interno dele Riunion del’Assenblea

L’inissio dele riunion del’Assenblea vien fissà al massimo ałe 21.00.

El termine de l’Assenblea vien fissà ałe ore 23.30, coła possibilità de slongare la seduta de massimo 30 minuti coła majoransa dei menbri presenti.

Al inissio de ogni riunion el Cao del’Assenblea controla i menbri presenti, assenti, sospesi e decadùi e dopo procede ala votassion del’Ordine del Giorno (o.d.g.).

I membri pole domandar al Cao del’Asenblea de xontare un ponto al o.d.g., che decide se metare ai voti la xonta.

Un menbro proponente un punto a l’o.d.g. pole richiedare l’urgensa de ła discusion a l’Asenblea che ga da decidare co majoransa dei prexenti. La richiesta połe esare fata na volta soła.

Un menbro pole propore el rinvio de un ponto de l’o.d.g. e el rinvio xe vałido co’l voto favorevole de ła majoransa dei prexenti.

La tratassion de ogni punto a l’ordine del giorno no pole durare pi de 15 minuti, e in tal caso el Cao del’Assenblea połe slongare ła discussion a discression o rinviare el ponto ała seguente riunion.

I ponti a l’ordine del giorno vien tratadi in ordine cronołojico de presentassion, co precedensa ai punti proposti in maniera urgente da parte del Governo, del Cao del’Assenblea o del Presidente del Tribunale.

I menbri de łe Istitusion durante łe riunion publiche ga el obligo de de medaje istitusionałi con pasante girocoło de cołore difarente in baxe a l’Istitusion de apartenensa. I menbri de l’Asenblea portarà na medaja co so’l fronte el leon in moeca e so’l retro ła scrita “Menbro de l’Asenblea” con pasante de cołore rosso.

Durante łe riunion de l’Asenblea ga da esare senpre prexente ła bandiera co el leon in moeca. La responsabilità xe del Cao del’Asenblea o un so dełegà. In alternativa de emerjensa, in mancansa de ła bandiera co el leon in moeca vien doparà el gonfałon (leon andante co libro verto).

L’Asenblea vieta durante le riunion l’uso de super acolici, droghe sintetiche e naturali, e stabilise el limite de alcol a 0,5 gr/Kg. L’Asenblea vieta i cibi se no autorixà dal presidente, che ga anca el potere de limitar el fumo a seconda dei contesti.

I menbri pol chiedere sospension de 5 minuti che ga da esare autorixà dal Presidente.

Assense e Sospension dei Menbri

Un menbro che se autosospende dal ruoło par seri motivi personałi no decade dal ruolo ma no recepisse el stipendio.

El Cao del’Assenblea połe sospendare un menbro da l’incarico ed eventualmente el so stipendio co l’aprovassion del’Assenblea.

Par ogni assensa injustificà el stipendio del menbro assente vien scursà de 2000 Dogadi.

I menbri justificài połe votare i ponti de l’ordine del giorno par via tełematica entro 72 ore da ła chiusura de l’Asenblea.

L’Asenblea, par motivi de grave emerjensa, połe dichiarare na lexe imediatamente executiva co publicasion imediata sensa posibiłità de revixion da parte dei menbri asenti justificài.

Dopo tre asense justificàe consecutive e par el periodo de łe seguenti asense justificàe el stipendio del menbro asente vien scursà al valore de 6000 Dogadi.

Decadensa dei Menbri de l’Asenblea

1-un membro co 3 assense consecutive no justificade al Cao del’Assenblea produse la decadenza del membro dal ruolo.

3-Almanco un decimo dei menbri o el Cao del’Assenblea pole meare ai voti la costitussion de na comission de tre Savi che judicarà l’idoneità e conpatibilità de uno o più specifici menbri. El Cao del’Assenblea ga da comunicare ai Menbri i nomi dele persone de cui el dimanda la valutassion. No el xe obligà riferire i motivi al’Assenblea ma el ga da comunicarghelo ai Savi. El Cao del’Assenblea no pole essare uno dei Savi. I Savi vien votà a voto segreto da tuti i menbri del’Assenblea e vien eleti i tre che riceve più voti. Se vien votà manco de tre Membri, se fa na nova votassion a conpletamento.
La decision dei Savi ga da essare equa e inparsiale cole garansie de un processo. La decision vien publicà entro la successiva riunion del’Assenblea, ma i 3 savi pole dimandare almanco 15 dì par la decision.
La sentensa de no idoneità dei Savi conporta l’interdission imediata dai lavori del’Assenblea e la decadensa dal ruolo.
I Savi resta in carica solo fin a la comunicassion de la decision. El menbro interdeto pole presentare un solo apelo al Tribunale del Popolo Veneto che decide co valore de lese.

I menbri che xe stà espulsi o xe decadùi dai ruoli istitussionali e che ga disconossesto le Istitussion ga tenpo 60 dì par depositarghe al Tribunale del Popolo Veneto dichiarasion de riconossimento dele Istitussion par poder otegnere i conpensi maturai nel svolgimento dei ruoli stessi. In mancansa dela dichiarasion i conpensi vien anulà e se procede a eventuale risarcimento del dano.

Finanze

El Cao del’Asenblea tien el bilancio de l’Asenblea co periodo de un ano dal 1 marso e ga da presentarghelo ano par ano a l’Assenblea entro el 30 de aprile.

I privati, persone e aziende, pole finansiare l’Assenblea conferendo denaro o utilità al Cao del’Assenblea che, se accetta la donassion, el xe responsabile e lassa na ricevuta co indicà el valore donà. La donassion pole essare inserìa nela dichiarassion dei rediti come spesa detraibile.

Votassion

L’Assenblea ga el potere de aprovare lesi e altri ati coła majoransa dei sie decimi (6/10) dei Menbri presenti, inclusi i non sinceri/astenuti.

Salvo dichiarassion de urgensa da parte del Governo o del’Assenblea, le lesi vien publicade sol sito del’Assenblea entro 48 ore dal’aprovassion finale dei menbri. Le Lese vien nominà co la data del dì de la votassion, e co eventuale titolo se indicà dal’Asemblea. Se l’Assenblea fa varie Lesi inte’l steso dì, se numara le Lesi a partire dal numaro uno. Ogni singola Lese xe organisà in articoli numerà, eventualmente co diversi sub articoli specificà co letare.

Elession del Cao del Governo

L’Assenblea vota el Cao del Governo fra i so menbri a majoransa dei sie decimi (6/10).

L’Assenblea dei menbri połe ełesare el Cao del Governo fra i iscriti a ła lista dei veneti co majoransa cuałificada de i do tersi (2/3) dei menbri.

El Cao del Governo nomina i Ministri del Governo che vien confermadi uno a uno dal’Assenblea co la majoransa cuałificada de sie decimi (6/10) dei Menbri.

L’Assenblea pole far decadere el Governo prima dela scadensa cola majoransa cuałificada de i do tersi (2/3) dei menbri.

Raccolta – Sistema Monetario

In baxe a le normative aprovàe dal’Asenblea i giorni:

(2015) 3 apr

In baxe a le normative aprovàe dal Governo i giorni:

(2000) 16 ago

Xe in vigore la seguente lexe:

Lexe sol Sistema Monetario

D. 16 agosto 2000

1.xe da incarico al ministero del texoro de stanpar moneda in cuantità corispondente ai bisogni del marcà del Popoło Veneto;

2.ła moneda vien ciamà DOGADO con grafia e pexature come da bose aprovae dal governo;

3.ogni bosa aprovà presentà co richiesta de personalixasion da parte de dite comerciai sarà senpre ciamae dogado co ła personalixasion in corispondensa del spasio del numaro de serie;

4.el DOGADO vien distribuio ai çitadini. Come da convension tra łe parti;

5.el valor del canbio del Dogado vien stabiłio o modificà soło co decreto del governo su proposta del Ministro del Texoro;

6.Xe proebia cualsiasi aplicasion in percentuałe par tasi de intarese de prestiti de DOGADI . ła distribusion del dogado poe anca vegnere fata ai çitadini drio contrato de previxion de costrusion de beni co ipoteca a cargo sui beni stesi fin ała restitusion dei dogadi erogai in data stabiłia in tel contrato, dai Mandatari o diretamente dal Ministero del Tesoro;

7.xe punio chiunque stanpa e distribuise Dogadi falsi co condana de risarcire el dano economico causà; col sequestro imediato de tuti i beni mobli, imobili, e corispetivo in vałuta in so poseso e in pì co 6 mesi de preson;

8.el raporto de scanbio xe stabiłio tra 1 euro pari a 2 dogadi all’emision e al ritiro dal ministero del texoro;

9.pa i scanbi comerciai xe stabiłio 1 euro pari a 1 dogado. A difarensa de canbio tra l’emision e ła comercialixasion che xe pari a un Dogato pa ogni euro xe el valore del 50 par çento del Signorajo che se spartise in acordo de tranxasion diretamente el popoło Veneto tramite e durante i scambi comerciai;

10.el çitadin che pasa al ritiro de vałuta sensa scanbi comerciai direttamente al ministero del texoro perde el 50 par çento del signorajo del dogado destinà direttamente al popoło in libera tranxasion comerciałe;

11.el restante 50 del signorajo del dogado xe de proprietà dell’autogoverno del Popolo Veneto, el capita£e del signorajo ga da esere tegnuo a riserva almanco pal 90 par sento inpegnà in beni sicuri come garansia del vałore del Dogado . el 10 par çento poł esare tegnuo in liquidità e spexo par ła gestion de governo, ma reintegrà a fine ano co łe entrate fiscałi dell’11 de novenbre;

3 apr 2015

Nel Lombardo-Veneto l’attività bancaria e di prestito di denaro come quella assicurativa è riservata alle attività registrate come imprese presso il Tribunale delle Venezie. L’attività  abusiva è punita con il carcere e il risarcimento del danno secondo giurisprudenza.

Legge di Nazionalizzazione del 3 aprile 2015

Nella funzione di parlamento del Lombardo-Veneto l’Assemblea delibera la nazionalizzazione dei seguenti beni:

  • i comuni, le province, le regioni e qualunque altra amministrazione dello Stato Italiano, così come le loro proprietà, compresi società o comunque imprese, terreni, pertinenze, beni mobili e immobili, arredi e ogni altro possesso;
  • le società e i loro beni aventi funzioni di servizio pubblico o soggette alla tutela del pubblico interesse anche secondo la legislazione da loro richiamata;
  • tutto il territorio del Lombardo-Veneto e le sue pertinenze, comprese l’etere, lo spazio aereo, le viscere della terra i corsi e spazi d’acqua, i canali e le vie reflue, i laghi e le coste secondo il massimo spazio attribuibile dal diritto nazionale ed internazionale;
  • le strade e le vie di comunicazione attualmente pubbliche, ogni rete pubblica o di servizio pubblico compreso i loro annessi e quanto ad essi necessari al normale funzionamento;
  • i proventi privati derivanti dall’uso dei beni nazionalizzati;

Quanto sopra elencato è proprietà del rispettivo stato (Veneto, Insubre o Mantovano) nel quale si trova, ogni loro cessione è nulla, chi ne ha il possesso la deve mantenere nella massima efficienza secondo gli interessi del rispettivo stato. Chiunque attenti alla completa proprietà di questi beni a danno degli stati della confederazione (anche quando questo attentato sia costituito da attività di mero finanziamento o favoreggiamento) viene punito con la reclusione da un minimo di 10 anni e secondo giurisprudenza e viene obbligato al risarcimento dei danni, o gli eredi compresi fino alla terza generazione se deceduto o irreperibile.  E’ facoltà dei privati rivendicare con ricorso alla rispettiva autorità la proprietà di beni nazionalizzati aventi funzioni socialmente particolari.

L’Asenblea vota per l’entrata in vigore per il 12 aprile salvo revisione maggioritaria del voto.

 

Lexe 3 aprile 2015

1 – Nella funzione di parlamento del Lombardo-Veneto l’Assemblea delibera la nazionalizzazione dei seguenti beni:

– i comuni, le province, le regioni e qualunque altra amministrazione dello Stato Italiano, così come le loro proprietà, compresi società o comunque imprese, terreni, pertinenze, beni mobili e immobili, arredi e ogni altro possesso;

– le società e i loro beni aventi funzioni di servizio pubblico o soggette alla tutela del pubblico interesse anche secondo la legislazione da loro richiamata;

–  tutto il territorio del Lombardo-Veneto e le sue pertinenze, comprese l’etere, lo spazio aereo, le viscere della terra i corsi e spazi d’acqua, i canali e le vie reflue, i laghi e le coste secondo il massimo spazio attribuibile dal diritto nazionale ed internazionale;

– le strade e le vie di comunicazione attualmente pubbliche, ogni rete pubblica o di servizio pubblico compreso i loro annessi e quanto ad essi necessari al normale funzionamento;

– i proventi privati derivanti dall’uso dei beni nazionalizzati;

Quanto sopra elencato è proprietà del rispettivo stato (Veneto, Insubre o Mantovano) nel quale si trova, ogni loro cessione è nulla, chi ne ha il possesso la deve mantenere nella massima efficienza secondo gli interessi del rispettivo stato. Chiunque attenti alla completa proprietà di questi beni a danno degli stati della confederazione (anche quando questo attentato sia costituito da attività di mero finanziamento o favoreggiamento) viene punito con la reclusione da un minimo di 10 anni e secondo giurisprudenza e viene obbligato al risarcimento dei danni, o gli eredi compresi fino alla terza generazione se deceduto o irreperibile.  E’ facoltà dei privati rivendicare con ricorso alla rispettiva autorità la proprietà di beni nazionalizzati aventi funzioni socialmente particolari.

L’Asenblea vota per l’entrata in vigore per il 12 aprile salvo revisione maggioritaria del voto.

 

2- Nel Lombardo-Veneto l’attività bancaria e di prestito di denaro come quella assicurativa è riservata alle attività registrate come imprese presso il Tribunale delle Venezie. L’attività  abusiva è punita con il carcere e il risarcimento del danno secondo giurisprudenza.

 

3-El Cao de l’Asenblea tien el bilancio de l’Asenblea co periodo de 1 ano dal 1 marso e ga da prexentarghelo ano par ano a l’Asenblea entro el 30 de aprile.